Sezione Nido

La scuola dell'Infanzia Baby Club, concorre all’educazione armonica e integrale dei bambini nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle potenzialità e degli interessi di ciascun alunno. Il processo formativo riconosce, sul piano educativo, la priorità della famiglia e l’importanza del territorio di appartenenza, con le sue risorse sociali, istituzionali e culturali.
L'azione educativa si pone come percorso inteso a sviluppare le qualità fondamentali del bambino, preparandolo al migliore adattamento all’ambiente attraverso l’apprendimento cognitivo e normativo – comportamentale, compito questo specifico dell’istruzione scolastica. L'azione educativa viene qui considerata educazione globale psicomotoria, attraverso una didattica fondata sulla formazione della personalità di ogni alunno, su una relazione affettiva di qualità, in cui l'ambiente scolastico promuove strumenti specifici di apprendimento.

Attraverso questa proposta educativa psicomotoria, si prepara il bambino al raggiungimento dei seguenti obiettivi negli anni:

  • Interiorizzazione delle esperienze, cioè presa di coscienza, integrazione ed elaborazione degli stimoli percettivi ed emotivi;
  • Progressiva astrazione;
  • Stimolazione della creatività, della ricchezza interiore, della spontaneità;
  • Conquista di un miglior adattamento alle esigenze dell’ambiente.

Programmazione Pedagogica ed Educativa

Il nostro progetto tiene innanzitutto conto del fatto che l’azione educativa è finalizzata alla costruzione, nel bambino, dell’identità, dell’autonomia e di alcune competenze specifiche (ovvero l’azione educativa è finalizzata al conseguimento dei c.d. Obiettivi Generali); tale progetto educativo si definisce, dunque, attraverso:

  • l’identificazione di obiettivi specifici;
  • la programmazione dei percorsi educativi e degli aspetti organizzativi necessari per raggiungerli;
  • l’osservazione dei processi di interazione e di apprendimento sollecitati nei bambini;
  • la loro documentazione;
  • la verifica dei risultati ottenuti rispetto ad obiettivi prescelti;

Tutte le attività didattiche hanno carattere ludico e vengono adattate alle capacità individuali dei bambini nel gruppo. Una corretta programmazione prende avvio da linee teoriche generali riguardanti la specificità del momento educativo, in relazione alla tappa evolutiva. È importante precisare, tuttavia, che lo sviluppo psico-motorio del bambino dipende dal suo grado di maturazione e dalle stimolazioni che riceve: infatti, anche se queste variazioni, sono in parte ereditarie, risultano molto importanti le esperienze ambientali.
Il Baby Club ha un programma educativo specifico per ogni fascia d’età (nido, sezione 3 anni, sezione 4 anni, sezione 5 anni) che oltre alle attività educative più tradizionali, prevede un ampio spazio per le attività motorie, un progetto musicale e l’inserimento delle lingue straniere.

Pianificazione delle attività educative ed Obiettivi Specifici del Nido

Il bambino al nido è il destinatario di una molteplicità di interventi educativi, rivolti innanzitutto alla comprensione e soddisfazione dei suoi bisogni di natura fisica , ma anche alla promozione dello sviluppo psicomotorio, affettivo e cognitivo. La giornata della bambina e del bambino al nido è scandita da vari momenti che si alternano, molti dei quali costituiscono routine, come i pasti, la pulizia, l’addormentamento, l’accoglienza e l’uscita. In tutti questi momenti, i bambini costruiscono le proprie competenze e conoscenze all’interno delle relazioni significative con gli adulti. Le attività educative e ludiche che si avvalgono di una opportuna organizzazione dello spazio classe (suddivisione dell'ambiente in angoli di gioco: angolo delle costruzioni, angolo del relax, angolo di lettura, ecc.), sono finalizzate a realizzare un clima di accoglienza dell'ambiente nei confronti degli interessi di ciascun bambino. Si promuoverà dunque l’autonomia di ogni bimbo e bimba, riconoscendogli specificità, peculiarità e differenze, stimolando la curiosità con varie attività didattiche e ludiche, affinché venga motivata la loro partecipazione attiva e competente perché diventino curiosi esploratori del mondo che li circonda. Molto importante risulta inoltre l’organizzazione delle attività di gruppo, perché occasioni diverse di apprendimento.

Obiettivi Specifici 12-24 mesi


Nel corso dell’anno ci si proporrà di raggiungere i seguenti Obiettivi Specifici:
  • Riconoscimento degli educatori
  • Orientamento negli spazi “extracorporei”
  • Partecipazione alle attività di gruppo
  • Assunzione e mantenimento di alcune posizioni fondamentali (stare seduti in alcune circostanze)
  • Prensione a palmo pieno e manipolazione degli oggetti
  • Riconoscimento delle immagini
  • Identificazione e denominazione degli oggetti
  • Riconoscimento di alcune parti del corpo
  • Compimento di operazione di simbolizzazione e di associazione
  • Conoscenza degli animali

Obiettivi Specifici 24-36 Mesi

Nel corso dell’anno ci si proporrà di raggiungere i seguenti Obiettivi Specifici:
  • Affinamento capacità fino - grosso motoria e oculo-manuale, attraverso la manipolazione plastico- pittorica di pasta di sale e argilla e degli oggetti di uso comune
  • Conoscenza della corporeità attraverso una dimensione ludica e coordinazione dei movimenti
  • Sperimentazione di alcuni movimenti specifici come mangiare, bere, soffiare…
  • Conoscenza di termini linguistici, attraverso le filastrocche e le canzoncine, per l’utilizzazione e l’ampliamento della produzione verbale.
  • Conoscenza, riconoscimento e sperimentazione dei colori primari (rosso, giallo e blu) e secondari (arancio, verde e viola)
  • Conoscenza e riconoscimento delle stagioni attraverso i cinque sensi.
  • Orientamento nel tempo vissuto.
  • Orientamento nello spazio concreto.
  • Identificazione e associazione delle caratteristiche fisiche degli oggetti e seriazione degli stessi.
  • Avvio alla categorizzazioni.
babyclub

Seguici su