Sezione Materna

Progetto educativo sezione 3 anni

La scuola dell’Infanzia Baby Club, concorre all’educazione armonica e integrale dei bambini nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle potenzialità e degli interessi di ciascun alunno.

Il  processo formativo  riconosce, sul piano educativo, la priorità della famiglia e l’importanza del territorio di appartenenza, con le sue risorse sociali, istituzionali e culturali.

L’ azione educativa  si pone come percorso inteso a sviluppare le qualità fondamentali del bambino,  preparandolo al migliore adattamento all’ambiente attraverso l’apprendimento cognitivo e normativo – comportamentale, compito questo specifico dell’istruzione scolastica.

L’ azione educativa viene qui considerata  “educazione globale psicomotoria”, attraverso una didattica fondata sulla formazione della personalità di ogni alunno, su una relazione affettiva di qualità, in cui l’ ambiente scolastico promuove strumenti specifici di apprendimento.

Attraverso questa proposta educativa psicomotoria, si prepara il bambino al raggiungimento dei seguenti obiettivi negli anni:

·         Interiorizzazione delle esperienze, cioè presa di coscienza, integrazione ed elaborazione degli stimoli percettivi ed emotivi;

·         Progressiva astrazione;

·         Stimolazione della creatività, della ricchezza interiore, della spontaneità;

·         Conquista di un miglior adattamento alle esigenze  dell’ambiente.

Programmazione Pedagogica ed Educativa

Il nostro progetto tiene innanzitutto conto del fatto che l’azione educativa è finalizzata alla costruzione, nel bambino, dell’identità, dell’autonomia  e di alcune competenze specifiche (ovvero l’azione educativa è finalizzata al conseguimento dei c.d. Obiettivi Generali); tale progetto educativo si definisce, dunque, attraverso:

·         l’identificazione di obiettivi specifici;

·         la programmazione dei percorsi educativi e degli aspetti organizzativi necessari per raggiungerli;

·         l’osservazione dei processi di interazione e di apprendimento  sollecitati nei bambini;

·         la loro documentazione;

·         la verifica dei risultati ottenuti rispetto ad obiettivi prescelti;

Tutte  le attività didattiche hanno carattere ludico e vengono adattate  alle capacità  individuali dei bambini nel gruppo.

Una corretta programmazione prende avvio da linee teoriche generali riguardanti la specificità del momento educativo, in relazione alla tappa evolutiva. È importante precisare, tuttavia, che lo sviluppo psico-motorio del bambino dipende dal suo grado di maturazione e dalle stimolazioni che riceve: infatti, anche se  queste variazioni, sono in parte ereditarie, risultano molto importanti  le esperienze ambientali.

Il Baby Club ha un programma educativo specifico per ogni fascia d’età (nido, sezione 3 anni, sezione 4 anni, sezione 5 anni) che oltre alle attività educative più tradizionali, prevede un ampio spazio per le attività motorie, un progetto musicale e l’inserimento delle lingue straniere.

Pianificazione delle attività educative ed Obiettivi Specifici Sezione 3 anni

Il progetto innanzitutto tiene conto del fatto che l’azione educativa è finalizzata alla costruzione, nel bambino, dell’identità, dell’autonomia  e di alcune competenze specifiche, definibili come  Obiettivi Generali della programmazione stessa.

In particolare, per quanto concerne l’identità personale, ci si preoccupa che i bambini acquisiscano atteggiamenti di sicurezza, stima di sé, fiducia nelle proprie capacità,  motivazione al passaggio dalla curiosità alla ricerca.

Relativamente all’autonomia, ci si cura che i bambini si orientino in maniera personale e che diventino capaci di scelte innovative.

In relazione allo sviluppo delle competenze, si consolidano le capacità sensoriali, percettive, motorie, sociali, linguistiche ed intellettive, stimolando il bambino alle prime forme di lettura delle esperienze personali, di esplorazione e scoperta intenzionale e organizzata della realtà di vita.

Nella fase iniziale, si porrà l’esigenza di impartire regole chiare e coerenti  con il progetto pedagogico e tuttavia flessibili, in modo tale che i bambini, specialmente i più piccoli, possano facilmente accettarle ed interiorizzarle. Scelta indispensabile sia per accogliere i nuovi iscritti, sia per accompagnare il gruppo classe precostituito,  nel cambiamento dello spazio sezione.

Il ritmo giornaliero  è scandito da alcune attività relative all’igiene personale e all’autonomia.

Particolare cura sarà posta nelle progettazione degli spazi della sezione. Infatti, lo spazio può rappresentare per il bambino un ambiente carico di connotazioni affettive e di punti di riferimento.


Obiettivi Specifici

La programmazione si attuerà attraverso i seguenti campi di esperienza, come previsto dalle nuove indicazioni nazionali per il curricolo:

-        Il corpo in movimento : imparare a muoversi nello spazio, imparare a rispettare semplici regole,imparare a percepire e conoscere l’ altro mediante contatti corporei, saper costruire nuove relazioni con i coetanei, conoscere gli elementi corporei e le loro funzioni, saper individuare su se stesso e sugli altri le posizioni e le dimensioni spaziali, sviluppare la consapevolezza dei ritmi interni (respirazione, battito cardiaco), imparare ad utilizzare il corpo per mimare la realtà, sapersi muovere a ritmo di vari musiche e canti, sviluppare la coordinazione oculo - manuale, conoscere i sensi.

-        I discorsi e le parole:  arricchimento del patrimonio linguistico con l’ utilizzazione appropriata di nuovi termini, con la capacità di passare da un codice espressivo all’altro, di descrivere e confrontare ambienti diversi, di ascoltare e comprendere semplici testi narrativi, di riconoscere emozioni e sentimenti, di maturare la propria identità.

-        La conoscenza del mondo:orientamento nello spazio ed acquisizione dei concetti topologici;formulazione di previsioni e prime ipotesi; creazione di progetti e forme;capacità di raggruppare, ordinare, contare, misurare;  di usare il linguaggio del corpo in maniera creativa per comunicare; consolidare schemi corporei dinamici come il correre e il saltare; avviarsi all’ idea di causalità e di tempo; ascoltare, comprendere e ricordare una storia.

-        Le cose, il tempo e la natura: ( campo scientifico ):riconoscimento dell’ esistenza dei problemi ed acquisizione di capacità di problem solving; perseveranza nella ricerca ed ordine nella procedura; rispetto di tutti gli esseri viventi ed interessi per le loro condizioni di vita; apprezzamento degli ambienti naturali ed impiego attivo per la loro salvaguardia; imparare a collegare immagini e realtà.

-        Linguaggi, creatività, espressione ( campo espressivo ):scoprire il mondo dei suoni – rumori; essere capaci di espressioni grafico – pittoriche;essere protagonisti di un progetto; riprodurre situazioni che richiedono l'espressione di diversi linguaggi, usare strumenti per produrre suoni, eseguire movimenti liberi associati all’ ascolto di un brano musicale.

-        Il sé e l'altro: imparare a stabilire relazioni positive con gli adulti e i compagni; imparare ad orientarsi negli spazi della scuola; imparare le prime regole di comportamento; sviluppare il senso di appartenenza prima alla famiglia e poi ad altri gruppi; sviluppare l’ identità personale; saper riconoscere gli stati d’ animo degli altri; saper esprimere i propri bisogni e le proprie emozioni; saper controllare i propri movimenti; imparare a raggiungere l’ autonomia; sviluppare lo spirito di amicizia;  saper ascoltare, saper rispettare il proprio turno; avere rispetto per l’ ambiente.

babyclub

Seguici su